Sabato 15 Giugno 2024

Gran concerto di Natale dell’Orchestra “Note a Margine” dei Ragazzi diversamente abili (VIDEO)

3 0

Strepitoso è stato il successo riscosso dal Gran concerto di Natale eseguito dai ragazzi diversamente abili dell’Orchestra “Note a Margine”. A tenere a battesimo l’importante concerto, primo in assoluto di Musicoterapia Orchestrale del Sud Italia, il celeberrimo Teatro “Umberto Giordano” di Foggia. A fare da cornice all’eccezionale evento, oltre alla presenza del sindaco di Foggia, Franco Landella, l’avv. Giandiego Gatta, vice presidente della Regione Puglia, il vice prefetto, il vice questore, le massime autorità militari della Provincia di Foggia e un foltissimo pubblico che occupava ogni ordine di posti. Madrina d’onore, Nicoletta Mantovani, consorte del grande tenore di tutti i tempi, Luciano Pavarotti, con la partecipazione del Liceo Musicale “Carolina Poerio”, del Coro Jubilate Deo dell’Accademia A. Chénier e del basso, Michele Antonetti, diretti magistralmente dal M° Carmen Battiante.

Rossella Di Sabato, visibilmente commossa, indomita fondatrice, nonché presidente dell’Associazione “Note a Margine”  Clinica per il disagio psichico e mentale, con sede a Foggia in via Torelli, 15, ha affermato che “il concerto, fortemente voluto e organizzato dal nostro sodalizio che non ha scopo di lucro, è il risultato di anni di lavoro e di immani sacrifici compiuti da un manipolo di genitori con figli diversamente abili che hanno creduto in questo “impossibile”, quanto ambizioso progetto e alla collaborazione del Comune di Foggia, ente trainante, che ci ha consentito di raggiungere questo primo eccezionale risultato. E’ la prima tappa. Il percorso è ancora molto lungo e irto di difficoltà, Comunque andremo avanti. Riusciremo a realizzare il nostro programma”.

L’Associazione “Note a Margine”, nasce nel 2014, come Centro satellite, unico nel Centro. Sud Italia, della Fondazione Esagramma di Milano Centro di Eccellenza Formativa riconosciuta dalla Regione Lombardia. Si propone di offrire servizi in campo sociale, assistenziale, educativo e formativo volti a facilitare l’inserimento nella vita attiva di persone con handicap fisico, psichico o sensoriale, malati psichici, minori e anziani, giovani in condizioni di disagio sociale e quanti altri possono essere riconosciuti dalla società come persone in stato di emarginazione.

Al termine del concerto abbiamo chiesto alla presidente Rossella Di Sabato perché la sede a Foggia e non a Manfredonia? Con tanta amarezza, a mezza voce, ha espresso il suo rammarico per l’insensibilità dimostrata dal governo cittadino di fronte a un problema così grave e di vitale importanza per i nostri ragazzi “speciali”, bisognosi di inserirsi in quel mondo che la sorte ha loro negato, ma che l’uomo può offrire, Noi aggiungiamo: Si parla tanto di “pari” opportunità, abbiamo, però, la sensazione che siano solo parole di circostanza che il vento porta via. Parole che non fanno breccia nei nostri cuori, aridi e insensibili. Ma è bastata la caparbietà e la forte determinazione di una giovane donna che, con una piccola “leva”, l’amore, ha sollevato il mondo dell’incomprensione e dell’indifferenza, realizzando il suo bellissimo progetto, definito tre anni prima da un noto personaggio della nostra città, “ambizioso”, congedando l’ideatrice con un “sarcastico in bocca al lupo. Ecco il risultato. Siamo stati poco lungimiranti.

Matteo di Sabato

Articolo presente in:
Capitanata · Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com