Sabato 16 Gennaio 2021

Il caso Lesina: il candidato leghista corre da solo ma non raggiunge il quorum e si rivota

1 0

Per soli 58 voti non è stato raggiunto il quorum a Lesina , che quindi non avrà il suo sindaco e dovrà tornare al voto. Alle elezioni si è presentata una sola lista di centrodestra con un solo candidato alla fascia tricolorePrimiano Leonardo Di Mauro, esponente della Lega e a capo della civica “Lesina Azzurra”.

Affinché la votazione fosse valida, avrebbe dovuto recarsi alle urne il 50% più uno dei 5.746 elettori. L’affluenza è stata del 49,01%, pertanto si tornerà a votare per il rinnovo del consiglio comunale, probabilmente nella prossima primavera.

Matteo Salvini e la Lega davano per certa. Già alle 23 di domenica sera si era osservato uno scarto di quasi sette punti percentuali tra l’affluenza per il referendum (38,35%) e le comunali (31,6%). In pratica 388 persone non avevano ritirato la scheda delle elezioni amministrative. Alla chiusura definitiva dei seggi l’affluenza per il referendum si è attestata sul 60,52% e sul 52,99% per le regionali.

A Lesina vince dunque il “partito dell’astensione”, promosso dai due grossi comitati “L’Altra Lesina” e “No Quorum” che non sono stati in grado di comporre una lista per combattere ad armi pari, ma che in compenso hanno invitato i cittadini a non ritirare la scheda delle comunali.

Redazione G.
Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO