Giovedì 17 Giugno 2021

Consultazioni, Draghi: “Governo europeista ed atlantista”. Tasso (MAIE-PSI): “Pronti a partecipazione attiva”

56 2

L’incontro della delegazione MAIE-PSI con il presidente incaricato Prof. Mario Draghi, al suo secondo giro di consultazioni per la formazione del nuovo governo, ha rafforzato la conferma
dell’ampia e disinteressata disponibilità, se non per ciò che rappresenta l’interesse collettivo degli Italiani e il bene del Paese, della componente del Gruppo Misto parlamentare capitanata dall’on. Antonio Tasso.

“L’esortazione del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’invito del Presidente del Consiglio dimissionario, Giuseppe Conte, che noi del MAIE abbiamo sempre sostenuto, e, ancor più, il monito degli articoli 4 e 67 della nostra Costituzione – ha dichiarato il parlamentare sipontino – ci spronano a continuare sulla strada intrapresa del massimo impegno. Una scelta che prelude ad azioni di condivisione sui vari fronti sui quali si dovrà intervenire, e per le quali siamo pronti a recitare un ruolo attivo”.

Il richiamo alla Costituzione non è a caso: gli articoli citati ci ricordano che “ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società” e che “ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione” e per essa deve svolgere al meglio le proprie funzioni, con una sensibilità e una consapevolezza semmai amplificate. Lo impone la drammatica contingenza sanitaria ed economica del nostro Paese colpito senza risparmio dalla pandemia da Covid-19.

“Una delle priorità è il contrasto della crisi sanitaria con il riordino e il potenziamento del sistema della sanità pubblica, messo letteralmente in ginocchio dall’emergenza pandemica da fronteggiare, anche e tempestivamente, con un efficace piano vaccinale, e con la riorganizzazione dei presidi sanitari a favore della medicina territoriale (questa sconosciuta! n.d.r.) che ha avuto un
peso non indifferente nel difficile contenimento del contagio, che ha reso necessaria l’adozione di normative comportamentali stringenti e, di conseguenza, impattanti sull’economia e sulla socialità” spiega il deputato sipontino.

“Le diverse colorazioni delle regioni italiane dipendono, soprattutto, dal rapporto posti letto ospedalieri/persone contagiate e se si resta in arancione, se non addirittura in rosso, le attività
produttive continuano a pagarne le conseguenze maggiori” e la categorica osservazione del capogruppo MAIE-PSI. “Sono stato felice di apprendere che nella capitale e nelle zone limitrofe, per effetto dell’alleggerimento delle restrizioni e il cambio di colore, si è registrato un fatturato di oltre 5 milioni di euro per uno dei settori più colpiti, quello della ristorazione. Ma è opportuno ricordare ai cittadini – ha dichiarato Tasso – di non abbassare la guardia, rispettando le prescrizioni emanate, perché una ripresa, anche se lenta, è da preferire a questa sorta di “stop and go” che viviamo”.

“Oltre a quello sanitario, ci sono altri temi e criticità che vanno considerati, alcuni dei quali abbiamo sottoposto al Presidente Incaricato. Uno fra tutti, la scuola e l’efficientamento della DAD, perché si dovrà essere pronti alla luce dell’aumentare dei casi di contagio dovuti alle varianti covid. E’ necessaria un’attenzione particolare anche agli studenti con disabilità, affinché si riesca a
consentire quella continuità didattica di qualità di cui loro hanno fortemente bisogno – ha ribadito il parlamentare facendo eco alle sue stesse prese di posizione dei mesi scorsi – e che i docenti sono in grado di attuare, ma bisogna metterli in condizione di farlo, con una serie di provvedimenti che come gruppo politico abbiamo segnalato in passato e continueremo a fare anche nel prosieguo”. Non ultimo il turismo “che dovrebbe essere – ha ricordato – la più importante voce di bilancio del nostro Paese e che bisognerà continuare a sostenere stante il perdurare della pandemia”. Riferimenti che trovano evidenza nel Programma che Draghi ha illustrato a grandi linee e che non lascia scoperto nessun ambito. “Sarà un governo europeista – ha prospettato il Presidente Incaricato – e al centro dell’Alleanza Atlantica. C’è da affrontare l’emergenza del lavoro e quella della scuola, la perdita di occupazione e la crisi che ha colpito le imprese che hanno contratto consistenti debiti con le banche”.

Ha confermato, quindi, grandi investimenti nella tutela dell’ambiente e nel turismo e in ordine al recovery Plan ha indicato le tre direttrici su cui intervenire in linea con le richieste dell’Europa e
delle esigenze del Paese: riforma della Pubblica Amministrazione, riforma della Giustizia civile, riforma del Fisco.

Articolo presente in:
Comunicati · ManfredoniaNewsTV · News · Politica

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO