Domenica 19 Settembre 2021

Le Twin Towers, i pompieri, le vittime, il ricordo: una manifestazione musicale per ricordare l’11 settembre 2001

3 0

UN CONCERTO per commemorare la tragica data dell’11 settembre 2001 allorquando gli USA subirono per mano di Al-Qaida, un tragico e vile attentato che la Storia annovera tra gli eventi più dolorosi e crudeli: il dirottamento di aerei di linea americani sulle Twin Towers simbolo di Manhattan, sul Pentagono e su Capitol Hill sede del Congresso Usa. Le Torri gemelle sono andate completamente distrutte; parzialmente danneggiato il Pentagono; mentre il Campidoglio è rimasto indenne grazie ai passeggeri dell’areo destinato su quell’edificio che riuscirono a dirottarlo altrove sacrificando la propria vita.

CIRCA tre mila le vittime tra cui decine di pompieri che si lanciarono in quell’inferno nel tentativo di salvare vite umane. Un lavoro improbo, irto di insidie, ma anche esempio di vero eroismo che ha suscitato con il cordoglio, l’ammirazione di tutto il mondo che li ha acclamati come “Angeli del fuoco”.

MANFREDONIA annovera un museo dedicato ai Pompieri e alla Croce rossa italiana. Lo ha realizzato Michele Guerra che ha pazientemente raccolto pezzi originali sistemandoli in un padiglione dell’area industriale di Coppa del vento. Più che un museo, è un monumento ai Pompieri e alla Croce rossa: un’area espositiva di 2.500 metri quadri, 3.000 reperti, 80 divise e uniformi, contestualizzati negli allestimenti storici curati dal maestro artigiano Antonio Berardinetti. Un sogno realizzato in un cinquantennio di ricerche condotte da Michele Guerra in Italia e all’estero, di migliaia di reperti che tracciano la storia di questi gloriosi corpi dediti alla lotta al fuoco e al pronto soccorso.

È DA QUESTO qualificato luogo della memoria che è partito un caloroso e palpitante omaggio agli “Angeli del fuoco” di tutto il mondo, ha evidenziato Luciano Guerra brillante conduttore dello spettacolo musicale di commemorazione di quel fatidico 11 novembre 2001. «…Quel cielo così blu»: una sintesi del famoso spettacolo “Notre Dame de Paris” con musiche di Riccardo Cocciante, interpretate dall’eclettico Graziano Galatone e dalla Melos Orchestra diretta dal maestro Francesco Finizio.

UNO SPETTACOLO di grande suggestione seguito da un folto pubblico opportunamente distanziato, che ha ripetutamente applaudito le appassionate performance musicali, organizzato dalla direzione del Museo storico dei Pompieri e della Croce rossa, con il patrocinio del Maie-Movimento associativo italiani all’estero, dell’associazione culturale e politica “Agiamo”, di Euroambiente ed altre realtà imprenditoriali che «credono nella cultura come volano della economia locale».

SIGNIFICATIVI e toccanti i momenti di riflessione, testimonianze e letture esaltanti il valore del Corpo dei vigili del fuoco, in special modo di quello di New York. Tra le testimonianze particolare interesse ha suscitato quella di Giulia Fresca, ingegnere con specializzazione in sistemi antincendio autrice all’epoca del disastro di una relazione tecnica su quel crollo, che ha rivelato che negli Usa tre mila ingegneri hanno proseguito a studiare l’attentato alle Torri gemelle tanto che ne hanno chiesto la riapertura delle indagini. Dal canto suo l’on. Tasso, capogruppo alla Camera dei deputati del gruppo Maie, nell’esprimere la vicinanza al popolo Usa, ha annunciato che il film della manifestazione sarà consegnato all’ambasciatore americano a Roma.

Michele Apollonio

 

Articolo presente in:
News

Commenti

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO