Martedì 16 Agosto 2022

Da dove nasce il prestigio degli orologi svizzeri?

0 0

“Preciso come un orologio svizzero” è un detto popolare che, però, nella sua semplicità, riassume tutto il prestigio e la passione dei mastri orologiai svizzeri

Spesso, quando si intende acquistare un orologio, ci si ritrova di fronte all’indicazione “Swiss Made”. Questo marchio si è affermato come garanzia di un prodotto lavorato sapientemente e con materiali di altissima qualità, per tali ragioni, ritroviamo questa indicazione, a testimonianza che ci troviamo di fronte ad un prodotto di grande valore e pregio.

Per potersi fregiare di questo marchio, inoltre, l’orologio deve possedere determinate caratteristiche di legge, regolamentate dalla cosiddetta “Swissness”. Solo i produttori autorizzati, che producono gli orologi per almeno il 60% in Svizzera, possono mostrare (e vantare) questa denominazione nei marchi che propongono.

Il primo orologio Swiss Made

Fino al XVI secolo, il mondo dell’orologeria era dominato da altri principali paesi produttori di orologi, come Francia, Paesi Bassi e Italia. Questi creavano orologi da polso di alta gamma per l’élite aristocratica e orologi molto grandi per i marinai.

La Svizzera iniziò a mostrarsi nell’ambiente nella prima metà del 1800 con un’idea davvero innovativa: non solo produrre orologi per marinai o aristocratici, ma estenderli anche al resto della popolazione. Nasce così il grande impero degli orologi Swiss made, che ancora oggi sono sinonimo di sicurezza e affidabilità.

Infatti, la Maison orologiera, volle creare un orologio da poter appendere a tutte le stazioni ferroviarie del paese, in modo tale da poter infondere un’idea di rigore e carattere: quadrante bianco di grande design, indici fortemente marcati e ben leggibili con la lancetta dei secondi rossa e, dulcis in fundo, la precisione fornita dal movimento Stop2Go. Quest’ultimo riesce a far compiere alla lancetta dei secondi un giro del quadrante di 58 secondi e sostare per i rimanenti 2 secondi alle ore 12 per poi riprendere il giro. Ciò permetteva ai treni di partire esattamente all’ora stabilita e rendeva famoso e riconosciuto in tutto il mondo la precisione e la puntualità degli orologi svizzeri. (Da qui l’espressione “preciso come un orologio svizzero”)

 

La leggenda svizzera continua

Nonostante Mondaine abbia aperto la strada al mondo dell’orologeria di prestigio in Svizzera, non gli viene ancora attribuita molta notorietà; solo i veri appassionati, infatti, ne riconoscono fama, bellezza e qualità.

Esistono molti altri marchi famose associati alla maestria svizzera. Nel 1868, nasce IWC orologi, fondata dal pioniere dell’orologeria americana Florentine Ariosto Jones. Quest’ultimo volle attingere dall’esperienza di eccellenti orologiai svizzeri, combinando la maestria alle tecnologie più moderne e all’energia idroelettrica proveniente dal vicino Reno, così da produrre modelli di altissima qualità.

La Maison si affermò con gli orologi da tasca Pallweber, dotati di una rivoluzionaria indicazione digitale di ore e minuti. La fine del XIX secolo vide infine la comparsa dei primi orologi da polso IWC con movimento da tasca calibro 64. Un altro famoso marchio è il Rolex. Questo brand fu il primo a costruire orologi impermeabili con il datario e con il fuso orario; furono i primi orologi da polso a ottenere la richiestissima certificazione di cronometro.

Articolo presente in:
Dal Mondo

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO