Lunedì 15 Aprile 2024

Manfredonia: e’ qui la festa!!!!

0 0

Giusto e bello chiudere così: con una vittoria. Terzo successo consecutivo per il Manfredonia che termina il campionato al sesto posto a quota 49 punti; 50, invece, quelli conquistati sul campo, a cui bisogna sottrarne uno a causa del punto di penalizzazione. Per i sipontini il sipario della regular season cala al Miramare, avversario di turno il già retrocesso Aprilia. I laziali, nonostante la condanna, onorano il campionato fino al triplice fischio finale, tant’è che spaventano il pubblico di casa quando al quarto d’ora passano in vantaggio. Poi, emergono la voglia e la determinazione del Manfredonia di archiviare in bellezza la stagione, ed ecco che il risultato viene completamente ribaltato. Calmi e tranquilli i ragazzi di Vadacca, non forzano la giocata, cercano l’azione ponderata, tra spunti corali e di gruppo, il risultato finale è di 3-1 per i bianco-celeste. Il primo tiro in porta è di marca laziale, Cannariato ci prova da poco oltre la metà campo ma il suo tentativo termina di poco alto sulla traversa della porta difesa da Sarri, classe ’00, all’esordio in campionato. Passano otto minuti e l’Aprilia approfitta del clima di festa che si respira al Miramare: difesa bucata centralmente, Bosi ringrazia, con la suola salta Sarri e poi firma la rete del vantaggio. Sei giri di lancette e Gentile traccia con il goniometro una traiettoria perfetta per Pellegrino che deve soltanto spingerla dentro. L’Aprilia ci prova con diverse conclusioni dalla distanza, il Manfredonia lo fa ragionando. Al 30’ Pellegrino effettua un ottimo cross basso ma Bozzi viene anticipato sul più bello, al 38’ Romito se ne va in slalom, salta gli avversari come birilli ma al momento della conclusione perde l’attimo buono. In chiusura di tempo ci provano De Rita e Albanese, Caruso ed Esposito salvano la propria porta. Più densa la seconda frazione di gioco, più azioni da rete e più gol. Scoppiettanti i primi tre minuti di gioco: Vergori sfiora il gol di testa, Caruso devia con la punta delle dita ; conclusione al volo di De Rita bloccata da Caruso; l’Aprilia risponde con un tiro di Toto deviato da un difensore sipontino messo poi in angolo da Sarri. Il numero uno di casa è protagonista poco dopo sulla conclusione di Cannariato, palla alzata in angolo, e successivamente sul contropiede di Pagliaroli, intervento perfetto con le mani sul pallone senza toccare l’avversario. Ribatte il Manfredonia con Coccia e De Rita: parabola a giro dell’esterno di poco alta sulla traversa e contropiede sciupato dall’attaccante. Al 30’ La Porta pennella un corner sulla testa di Bozzi, l’attaccante barese incrocia ma il pallone esce di poco alla sinistra del portiere, questione di centimetri. Il minuto trentasei è forse quello più importante, per due motivi. Il primo è prettamente calcistico, i sipontini, infatti, trovano la rete del sorpasso grazie all’autorete di Tomei dopo la traversa centrata da Colombaretti. Il secondo va al di là del calcio. Dino Della Torre, a 46 anni, torna in campo con la camiseta bianco-celeste dopo aver vinto la battaglia più importante della sua vita, quella contro la malattia. Tutto il Miramare applaude. Della Torre ci mette pochissimo ad entrare in partita, al 41’ respinge con i pugni il tentativo di Bosi. In chiusura di gara, da segnalare il tris di Antonio Gentile con un preciso sinistro. Al fischio finale parte la festa, una festa spontanea, bella, da non dimenticare. Il Manfredonia, nonostante le difficoltà incontrate nell’arco del torneo, da quelle societarie passando per squalifiche ed infortuni, si piazza al sesto posto. Insomma, a conti fatti, dalla semplice salvezza i bianco-celeste mancano i play off per due soli punti. Chapeau.

Antonio Guerra

MANFREDONIA – APRILIA 3-1

MANFREDONIA: Sarri (36′ st Della Torre), De Filippo, Colombaretti, Albanese, Vergori, Pellegrino, Romito (15′ st Coccia), Gentile. Bozzi, La Porta, De Rita (28′ st Bonabitacola). A disposizione: Castigliego, Bruno, Castriotta, Lorito, Totaro Stajano. All. Vadacca

APRILIA: Caruso, Cioè, Tomei, Cannariato, Di Emma, Esposito, Maola, Toto (37′ st Roversi), Bosi, Pagliaroli (46′ st Areni), Benvenuti (1′ st Fortunato). A disposizione: Del Duca, Schimarini, Fofi, Pirazzi. All. Ventuni

Arbitro: Civico di Vasto

Reti: Al 15′ pt Bosi, al 21′ pt Pellegrino, al 36′ st Tomei (autorete), 48′ st Gentile.

Note: Ammonito: Cannariato. Angoli: 9-4 per il manafredonia. Rec. 2′ pt, 4′ st. Spettatori e incasso non comunicati.

Articolo presente in:
Manfredonia calcio · News · Sport

Commenti

  • Complimenti alla società,ai calciatori,al tecnico e all’appassionato pubblico! Un risultato veramente lusinghiero ,con l’augurio che si possa fare il salto che la Città merita.

    tiger 09/05/2016 8:37 Rispondi
  • Complimenti alla società,ai calciatori,al tecnico e all’appassionato pubblico! Un risultato veramente lusinghiero che la Città,con l’augurio che si possa fare il salto che la Città merita.

    tiger 09/05/2016 8:36 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com