Domenica 16 Giugno 2024

Collettivo InApnea: “La memoria antifascista non si recupera con una targa scolorita, ma con un progetto di rigenerazione partecipata”

4 6

Nella giornata del 25 aprile abbiamo affisso uno striscione di denuncia della situazione di abbandono dell’ex campo di concentramento di Manfredonia (meglio conosciuto come ex-mattatoio o ex-macello, il che è tutto dire). Lo striscione riportava la frase “Ex campo di concentramento, nessuna storia, nessuna memoria!”, da qui il Sindaco Riccardi ha replicato dicendo: “probabilmente s’ignora che il 27 gennaio del 2013 (Giorno della Memoria) in qualità di Sindaco feci apporre una targa per ricordare a tutti, e alle giovani generazioni in particolare, che anche qui, nel nostro Comune, giunse in modo tangibile la violenza fascista.”

Già nel nostro comunicato di rivendicazione (che trovate in allegato) abbiamo citato la targa in questione, non certo come un punto di merito:

“Questo luogo importantissimo per la storia e la memoria della nostra città è in completo stato di degrado ed abbandono, come documentato dalle foto: soltanto una targa consumata della forza del sole e dagli anni ricorda questa vicenda.“

Avevamo ricordato, non senza ironia, il fatto che la targa in questione non è quella pubblicata in foto dal Sindaco (nuova e luccicante), ma un pezzo di metallo consunto dal sole ed illeggibile (si allega una foto). La replica del Sindaco quindi sarebbe già smentita dallo stato in cui versa l’unico gesto che viene rivendicato, ma vogliamo spingerci oltre: guardate voi stessi le foto sulla condizione di questi stabili, di questo pezzo di storia della nostra città. Vi basta una targa sbiadita e consunta per dimenticare tutto questo? A noi no, scusateci, siam fatti così: della stessa pasta concreta e attenta alle cose reali di cui sono fatti i manfredoniani e le manfredoniane.

 

 

 

 

 

 

 

Possiamo essere grati che cinque anni fa sia stata apposta una targa commemorativa e possiamo essere felici che il Sindaco dichiari che la vicenda gli sta a cuore per vicende personali che non conoscevamo e che adesso conosciamo, ma noi chiedevamo, chiediamo e chiederemo che quello spazio torni a far parte della città e della sua storia. A tal proposito vogliamo ricordare al Sindaco che il nostro comunicato offriva anche uno spunto: Signor Sindaco lei dice “appena ce ne sarà la possibilità economica, anche un recupero dell’ex mattatoio per conservarne la memoria storica”, noi proponiamo invece

“Una struttura tanto grande potrebbe essere messa a servizio della comunità come Presidio di Democrazia e di Partecipazione Attiva: chiediamo un tavolo di progettazione condivisa tra le associazioni, le parti sociali ed il Comune per recuperare quel luogo senza gravare sulla spesa pubblica. Molte associazioni della nostra città, all’interno di un progetto comune, potrebbero recuperare all’agibilità quei locali ed offrire servizi alla comunità, oltre che manutenzione e dignità ad un luogo storico: esistono già esempi concreti in circa 130 città italiane di “Regolamenti per l’amministrazione condivisa dei beni comuni”, strumenti ammnistrativi di dialogo e di partecipazione che danno ai cittadini strumenti e diritti per rivitalizzare e prendersi cura dei luoghi abbandonati a cui le amministrazioni da sole non riescono a far fronte, può discuterne e farlo anche la nostra città. Il nostro antifascismo non è soltanto ricordo del passato, è voglia di futuro, allo stato puro.”

Se ha veramente a cuore le vicende di cui parla e condivide con noi l’esigenza di recuperare e rigenerare quegli spazi apra un dialogo con noi e con la cittadinanza tutta su questo tema: difendere una targa sbiadita dal sole mentre l’intera struttura giace in uno stato di completo degrado non cambia di certo la situazione. Chiediamo l’opportunità di poter ridare un senso a quel luogo, non aprioristiche difese del suo presunto operato politico in termini di memoria storica.

Articolo presente in:
News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 
 
 
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com