Mercoledì 8 Luglio 2020

Ventimila persone a Foggia in corteo per dire NO alla Mafia

12 1

Il 10 gennaio 2020 Foggia è stata invasa da ventimila persone accogliendo l’appello di Don Ciotti dell’Associazione Libera per dire non alla Mafia. Al corteo hanno partecipato moltissimi esponenti della Chiesa, della politica e della società civile. In molti hanno testimoniato le terribili esperienze vissute  contro i loro estortori. Il livello della criminalità della quarta mafia ha reso la vita difficile ad una intera società che ha voglia di ribellarsi e lo stato sta reagendo con la magistratura, i carabinieri, la guardia di finanza, la polizia, ma questo non basta. La società civile deve essere al fianco della magistratura. La Puglia è la regione italiana che spende di più in antimafia sociale, serve educazione alla legalità ma serve soprattutto nei momenti di emergenza come oggi stare accanto a chi ha il coraggio di denunciare. Bisogna stare vicino a chi denuncia, ma chi sa deve parlare, deve dire quello che sta accadendo, perché solo attraverso la collaborazione dei cittadini potremo evitare nuovamente fatti drammatici come quelli che sono accaduti in passato. “Siamo qui per disinnescare la miccia della paura e della rassegnazione. Siamo qui per fare emergere i tanti valori della nostra terra affinché ci sia un passaggio, un cambiamento. È importante che ci sia continuità. “Noi non possiamo lasciare la responsabilità solo sulle spalle della magistratura e delle forze di polizia, perché c’è una responsabilità di noi cittadini. Guai se non fosse così, guai se viene meno questo”. Lo ha detto il fondatore di Libera, don Luigi Ciotti, alla testa del corteo contro la mafia appena partito a Foggia. Alla manifestazione partecipano, secondo le forze dell’ordine, circa ottomila persone. “Sono 165 anni che parliamo di mafia – ha concluso don Ciotti – aveva ragione Falcone quando diceva che era una lotta di civiltà e legalità”. Al Corteo anche Padre franco Moscone Vescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo in prima linea contro la terribile guerra di mafia che infanga il nostro territorio.

Redazione R.
Articolo presente in:
ManfredoniaNewsTV · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *