Martedì 11 Maggio 2021

Iniziati i lavori dell’info point sul Porto di Manfredonia per i turisti provenienti dal mare

3 3

Sono iniziati da qualche giorno i lavori per la realizzazione dell’info point che accoglierà i turisti che sbarcheranno nel porto di Manfredonia. Quando potremo finalmente ricominciare a vivere e condividere momenti di relax. Frutto del progetto Themis Interreg Greece-Italy che permetterà di attrezzare l’accoglienza nei porti di Manfredonia, Barletta e Monopoli, facendo sinergia con i porti di Bari, Brindisi, Gallipoli, Corfù e Gaios. Un progetto coordinato e diretto dall’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale. La finalità è quella di accogliere navi da crociera e maxi yacht di lusso per permettergli di sostare nelle nostre acque e consentire ai croceristi di visitare i  nostri territori e godere della straordinaria cucina garganica. Un progetto di strutture di accoglienza del valore di 367.000,00 che dovrebbero terminare in primavera se non prima, con la speranza che ci possa essere il traffico desiderato. Connessioni regionali e transfrontaliere che chiedono di attrezzare i porti, come quello di Manfredonia, non sufficientemente attrezzati, alla ricezione del traffico crocieristico. La finalità è lo sviluppo di un’offerta turistica creando un marchio distintivo comune tra i porti interconnessi coinvolgendo i partners del progetto nella creazione di nuovi itinerari turistici ed in attività di comunicazione e di marketing territoriale. Investimenti pubblici che non sono la soluzione allo sviluppo del territorio ma l’occasione per il territorio di proporsi con servizi mirati, migliorando un’offerta turistica già molto avanzata visto che gli imprenditori del turismo di Manfredonia, negli ultimi anni in particolare, hanno saputo elevare il servizio di accoglienza ai turisti. La ricchezza della nostra Terra (e Mare) è data dal fatto che possiamo fare industria compatibilmente con lo sviluppo dell’accoglienza. A breve dovrebbero partire le caratterizzazioni dei fondali per i dragaggi del porto commerciale, lavori appaltati già da tempo. Il mercato Ittico, con non poche difficoltà, potrebbe tornare operativo a breve (ce lo auguriamo tutti). Quasi 100 milioni di euro del Recovery Fund, potrebbero essere stanziati dal Ministero dei Trasporti da destinare alla urgentissima sistemazione del porto industriale che, con la recente approvazione della ZES (Zona Economica Speciale) e della ZFD (Zona Franca Doganale) potrebbero essere un’occasione irripetibile e un punto di svolta per il rilancio dell’economia di Manfredonia. Una congiuntura astrale che potrebbe permetterci di uscire da un lungo periodo di stagnazione e da una crisi economica che il Covid sta rendendo ogni giorno più preoccupante. L’Autorità che governa le nostre aree portuali deve dialogare ancora di più e meglio con gli operatori evitando l’ostruzionismo allo sviluppo, altrimenti tutte queste belle cose resteranno fini a se stesse.

di Flavio Ognissanti

 

Redazione R.
Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO