Martedì 3 Agosto 2021

News di aggiornamento per la sperimentazione Reithera al Policlinico Riuniti di Foggia

0 0

Work in progress per la sperimentazione del vaccino italiano Reithera al Policlinico Riuniti di Foggia presso la Struttura Complessa di Malattie Infettive, diretta dalla prof.ssa Teresa Santantonio, con l’obiettivo di prevenire l’infezione da SARS COV-2.

Oggi (IERI, NDR), sotto la supervisione del prof. Sergio Lo Caputo, coordinatore della sperimentazione, è ripresa la somministrazione della seconda dose del ‘Reithera’.

Il prof. Lo Caputo, assistito dalla sua equipe (composta dalle dott.sse Serena Rita Bruno, Marianna Rizzo e Marta Rispoli; alle study investigator e study nurse coordinator Roberta Doto e Michela Arbolin), ha proceduto all’inoculazione del vaccino sul primo gruppo formato da nove volontari, tutti di Foggia (una volontaria di Troia).

Tra i volontari  c’era anche Germana Di Giulio che, con sua sorella Eugenia, ha ricevuto la seconda dose e  ha fatto il punto dopo la prima somministrazione.

<Credo che il vaccino sia l’unica arma per sconfiggere questo dramma che stiamo vivendo. Quando ho deciso di partecipare alla sperimentazione la mia famiglia mi ha sostenuto e incoraggiato tanto che con me hanno aderito anche mia sorella e mio cognato. Non ho avuto nessun timore: credo nella scienza, l’ho fatto a cuor leggero. Non ho avuto nemmeno grandi fastidi dopo la prima somministrazione: solo dolore nel punto di inoculazione mentre mia sorella un po’ di febbre>.

 

Il Policlinico Riuniti di Foggia è tra i primi 5 centri su 27 che hanno somministrato più dosi. Sono 71 alla fine le persone reclutate per il ciclo di sperimentazione che adesso si appresta a concludere. Terminata questa fase, si giungerà ad un altro step che prevede tampone e sierologico dopo 36 giorni.

Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO