Giovedì 13 Maggio 2021

Resoconto 2° dibattito formativo della Pastorale Sociale

0 1

Mercoledì 28 Aprile si è tenuto il 2° dibattito formativo sulla seconda macroarea individuata su Famiglia e Scuola ed in particolare sulle Politiche Familiari e sulle Politiche Scolastiche con attenzione all’Alleanza Scuola – Famiglia.

Ad aiutare la discussione gli esperti:

Gigi DE PALO, Presidente del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari, già Assessore alle Politiche Familiari del Comune di Roma negli scorsi anni (Giunta Alemanno).

Prof. Salvatore GIULIANO, Preside IISS “Majorana” di Brindisi e già Sottosegretario al Miur (Governo Conte)

De Paolo è intervenuto entrando subito nel vivo della scuola presentando alcuni dati da cui ha sottolineato che la Famiglia c’è sempre, è elemento essenziale della società, anche se spesso poco pensata, anche se spesso data per scontato ma senza di essa non si può pensare ad una società ne tanto meno ad una città. Un crollo della famiglia significa crollo culturale e sociale, anche economico, perché crollerebbe il welfare ed anche il sistema assistenziale e pensionistico.

All’interno di questo scenario occorre parlare di Politiche Familiari per le quali lancia immediatamente alcuni pratici consigli:

  • Perché inserirle nelle Politiche Sociali e non nel Bilancio?: viene sottolineato come spesso le Politiche Familiari siano inserite nell’Assessorato alle Politiche Sociali poiché l’attenzione va immediatamente all’assistenza delle Famiglie in difficoltà. Ma questo non permette spesso scelte serie verso il benessere della stesse famiglie. De Palo si chiede perché non inserirle agli Assessorati che hanno potere economico decisionale e non potere economico da trasferire solo in contribuiti e/o appalti da dare per servizi. Questo permetterebbe modifiche anche a tassazioni cittadine.
  • Sulla scia del “quoziente Roma”: De Palo racconta che da Assessore ha lavorato molto alla modifica di una legge comunale che prevedeva il pagamento di tasse in base ai modelli ISEE che non sempre tengono presenti tutti i bisogni e danno in indice reale, portandola ad una tabella che tenesse presente del numero di figli, della loro età, della difficoltà, dei bisogni sociali/assistenziali. Questo ha permesso il pagamento di tasse, buoni mensa, buoni asilo Nido su situazioni più reali e vicine alle famiglie. Per fare tutto ciò occorrono scelte coraggiose dove si intrecciano competenze di Amministratori e Dirigenti.
  • Competenze tra Amministratori/Dirigenti: Le Politiche Familiari non possono subire troppa burocrazia, essa va curata con la passione politica che deve aiutare la burocrazia ad essere più snella e più vicina alle esigenze, cambiando nel tempo. De Palo consiglia che gli Amministratori devono mettere la passione, il desiderio di essere vicini alle famiglie, mettere al centro il concetto ed aiutare i Dirigenti ad uscire dalla burocrazia del “si è sempre fatto cosi” introducendo nuove prassi, lavorando sodo per avere criteri differenti di analisi e meno burocrazia. Ciò è possibile se c’è una formazione dei Dirigenti sulle Politiche Familiari.
  • Formazione offerta per Dirigenti sulle Politiche Familiari: Ai Sindaci che presentano l’ostacolo di poche risorse per formare i Dirigenti, De Palo attraverso il Forum Nazionale che ha messo su un percorso formativo per Dirigenti sulle Politiche Familiari attraverso non nuove risorse ma con quelle già obbligatoriamente utilizzate, anche qui decidendo di fare scelte coraggiose e scegliere alcuni corsi anziché altri.

Il prof. Arena, direttore della Pastorale Sociale, ha sottolineato in merito come proprio la questione della corruzione, tema del dibattito precedente, ha connessione con questo, poiché alcune scelte tra Amministratori e Dirigenti spesso non tengono presente innovazioni, scelte coraggiose, investimenti in tema di formazione poiché le Politiche Familiari non fanno gola  a nessuno, non ripagano subito e non hanno appalti da dividere.

Sul tema delle Politiche Scolastiche e sull’Alleanza Scuola – Famiglia il prof. Giuliano ha dibattuto sui seguenti punti:

  • Politiche Scolastiche e Familiari sono connesse poiché gli studenti sono Famiglie e ad esse occorre rivolgersi, con esse fare delle scelte e giungere al loro benessere e degli studenti.
  • Potere dell’autonomia scolastica: Il gioco forza di buone politiche scolastiche e del coinvolgimento delle famiglie avviene nel gioco e nel coraggio dell’autonomia scolastica. Il preside Giuliano ha elencato alcune scelte coraggiose circa la suddivisione dell’anno in blocchi di materie, l’entrata posticipata alle ore 10:00 con rimodulazione, il “book in progress” con l’abolizione dei libri di testo ufficiali per dar spazio a testi da costruire insieme con gli alunni. Ha sottolineato come in ogni decisione, inizialmente ostica, è stato fatto un processo di coinvolgimento di alunni e famiglie, partecipi di comprendere motivazioni, difficoltà, potenzialità.
  • Alleanza su proposte nuove: le Alleanze Scuola –Famiglia sono possibili se vi è proposta di cose nuove, non di azioni ripetute, progetti ripetuti copie di altri portati avanti sempre allo stesso modo. Si coinvolge se si crea interesse per l’innovazione che è dettata dalla mutazione continua della società
  • Buon Assessorato alle Politiche Scolastiche: In tutto questo un buon Assessore/Assessorato/Dirigente può far un lavoro oltre le emergenze, cioè di programmazione, progettazione, mettendo sul tavolo idee con i Dirigenti Scolastici, dare una linea unica, nel rispetto delle autonomie, in un Comune, comprendere dove e come investire. Questo è possibile se l’Amministratore di turno (Assessore alle Politiche Scolastiche/Istruzione) è competente del campo, sa di cosa parla, conosce i meccanismi. Se sai puoi pensare, progettare, creare tavoli di idee e progettazione su cui si scrivono progetti innovativi e su cui si possono trovare soldi, anche tanti fondi, da Bandi vari. Purchè le progettazioni non siano per far lavorare alcune associazioni/cooperative o fotocopie di altri progetti.

 

Molto anche i dibattiti successivi con i presenti (anche da altri paesi della Diocesi), compresi alcune figure istituzionali come il Sindaco Michele Crisetti di San Giovanni Rotondo.

Qui il video completo della serata: https://youtu.be/n9E35dQu_YA

 

Prof. Massimiliano Arena                                                                                                                               Direttore Diocesano Pastorale Sociale

Tutor Diocesano del Progetto Policoro

Redazione G.
Articolo presente in:
Comunicati · News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO