Martedì 19 Ottobre 2021

Tornano a suonare le campanelle per migliaia di studenti delle scuole di Manfredonia

0 0

“Con la ripartenza delle scuole si riallacciano i fili che si erano interrotti, anzitutto lo studio, ma anche le relazioni e le amicizie, e questo trasmette energia a tutta la nostra comunità Nazionale. La scuola è ossigeno della società, il suo funzionamento è specchio di quello del Paese, abbiamo una scuola di valore, grazie agli insegnanti, al personale, agli studenti, sappiamo che ci sono aspetti che vanno migliorati, soffriamo ritardi antichi, inefficienza, diseguaglianze, ma non mancano le capacità per superarle”, sono queste le parole del capo dello Stato in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico 2021/2022 a Pizzo Calabro. Anche nella nostra città in questi giorni la campanella è suonata per migliaia di studenti. Seppur nei limiti del delicato momento che ci troviamo ad attraversare, le iniziative per l’accoglienza non sono mancate nelle scuole sipontine. La figura del burattino Pinocchio è stata la protagonista del primo giorno di scuola per i bambini e le bambine delle classi prime della Scuola Primaria “Croce”. Un momento di grande gioia, condivisione ed entusiasmo è stato vissuto nell’accoglienza delle classi prime della scuola “G. T. Giordani”, la più popolosa tra le Secondarie di Primo Grado della nostra città, dove la campanella è tornata a suonare lunedì 20 settembre sulle note della giovane orchestra dell’indirizzo musicale. Il clima di festa, nel rispetto delle normative anti COVID-19, non è mancato in nessuna delle scuole d’Infanzia, Primarie e Secondarie di Manfredonia. Per i tanti che hanno optato per la modalità di Didattica a Distanza in modo continuativo il ritorno a scuola è arrivato dopo un anno e mezzo. In tutti gli istituti cittadini già dalla prossima settimana gli orari scolastici torneranno a pieno regime. Quello appena cominciato si preannuncia come un anno scolastico sicuramente sui generis e nel quale si dovrà mantenere sempre alta la guardia ma, in ogni caso, la voglia di ripartire e di tornare a vivere la scuola in pienezza sembra esserci tutta. Che davvero si riallaccino i fili che si erano interrotti perché, parafrasando le parole di Sergio Mattarella, l’Italia non riparte se non riparte la Scuola.

di Giovanni Gatta

Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

MANFREDONIA VIDEO