Lunedì 3 Ottobre 2022

ASE vince 50mila euro del CONAI per un progetto di comunicazione

0 0

Non fare per strada quello che non faresti a casa tua. Manfredonia è casa nostra, amiamola tutti insieme”. È uno dei messaggi contenuti nel progetto di comunicazione “Se ami Manfredonia differenzia con qualità” elaborato dall’ASE di Manfredonia e presentato in concorso al CONAI, il Consorzio nazionale imballaggi, nell’ambito delle iniziative di comunicazione per la raccolta differenziata di rifiuti di imballaggio giusta l’Accordo quadro Anci-Conai – Bando attività di comunicazione locale 2022. Il progetto di comunicazione presentato dall’ASE è stato valutato tra i migliori e pertanto ammesso ad un co-finanziamento di 50mila euro.

Il progetto è stato elaborato dal personale degli uffici aziendali ASE d’intesa con l’Amministrazione comunale: un lavoro di grande efficienza, efficacia e professionalità coordinato dall’Amministratore unico Raphael Rossi. «La comunicazione ai cittadini in materia di raccolta differenziata – evidenzia Rossi – è ormai di qualche anno fa. E’ pertanto necessario ripetere il messaggio con una forte campagna di informazione aggiornata per ripassare tutti insieme le regole e i calendari della raccolta differenziata nella nostra città. Una opportunità valorizzata dal Conai e colta in pieno dalla struttura tecnica aziendale, ai quali va il più sentito ringraziamento dell’Azienda per l’impegno profuso».

Nella denominazione del progetto, “Se ami Manfredonia differenzia con qualità” è indicato l’obiettivo della comunicazione: «se tutti facciamo attenzione quando differenziamo i rifiuti – annota l’AU dell’Ase – è possibile risparmiare molto in termini di spesa complessiva e rispettando l’ambiente. Non solo dunque raccolta differenziata, ma anche e soprattutto facendo attenzione alla qualità dei rifiuti. Insomma si deve avere l’accortezza e la responsabilità di agire come se si fosse in casa propria e dunque la raccomandazione non fare per strada quello che non faresti a casa tua: Manfredonia è casa nostra, amiamola insieme».

Una iniziativa opportuna e necessaria considerato che l’abbandono indiscriminato al di fuori delle regole fissate, è ancora molto diffuso. In città ma soprattutto nei dintorni dell’abitato ove si vanno a depositare rifiuti di ogni genere generando vere e proprie discariche abusive che tanto danno provocano all’ambiente. Probabilmente la buona educazione civile non basta: occorre anche un severo controllo con, nei casi di irregolarità, l’applicazione delle relative sanzioni.

  Michele Apollonio

 

Articolo presente in:
News

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

MANFREDONIA VIDEO